sabato 28 marzo 2009

Buon Compleanno Botulino!


Ha fatto 20 anni dalla sua prima approvazione per uso clinico, ma è diventato davvero famoso nel 2004 quando è stato approvato anche in Italia per il trattamento delle rughe glabellari e comunque quelle del terzo superiore del viso, il che comprende anche fronte e zampe di galline. Per quanto... il vero miracolo del botulino è quello di essere un sostituto del lifting soft, perchè nelle mani giuste alza delicatamente le sopracciglia, apre l'occhio e lo sguardo, offre un aspetto riposato. E se il chirurgo plastico (o dermatologo o medico estetico per lo più), che abbiano fatto un adeguato training per imparare ad usarlo, per caso inietta quel po' di più che eleva troppo, una goccia nel muscolo antagonista e il gioco è fatto, tutto torna a posto. E' questa la vera novità emersa dalla celebrazione per i 20 anni del botulino, tossina di tipo A nota con il nome di Vistabex per uso estetico e Botox per uso clinico. Reversibile sia nei suoi effetti, che durano dai 3 ai 6 mesi, economico rispetto ad un intervento, non invasivo, indolore. Capita infatti che io sia afflitta dalla pessima abitudine di corrucciare la fronte, il che, insieme a qualche annetto sulle spalle, mi ha fatto guadagnare due bei segni profondi in mezzo agli occhi. Le benedette rughe glabellari. E che il Vistabex, le tre volte che l'ho fatto, non di più solo per mancanza di tempo, mi abbia dato un'aria fresca e riposata molto gradevole. Lieve ma evidente agli occhi delle amiche che non facevano che ripetermi: come stai bene...
L'unica vera volpe che mi ha tanata è stata la Zia Ida che avrebbe potuto citare anche il numero del flacone tanto è scaltra, la quale ha ammesso che il farmaco è una meraviglia di per sè, ma che è stato iniettato con grande equilibrio. (E ti credo, queste cose si fanno con il migliore chirurgo di Roma, meglio ancora se primario di un qualche reparto di chirurgia plastica ricostruttiva ospedaliero). Un soffio di primavera sul viso, nessun rischio di allergie, una bellezza. E soprattutto uno di quei casi di serendipity, quel mix tra il caso e l'intuizione che hanno creato prodigi scientifici come la penicillina, il litio e, udite udite, il Viagra.
Un'unica avvertenza: potete essere d'accordo o contrari, ma se decidete che la cosa vi interessa solo due regole: accertatevi che la persona che ve lo inietta sia un medico specialista e che ciò che vi inietta sia proprio l'unica molecola attualmente in commercio e il medico serio dovrebbe darvi il foglietto illustrativo firmato e datato. Niente roba cinese, romena, tailandese, coreana, nulla di nulla. E se costa poco... scappate più in fretta che potete.

1 commento:

Liliana ha detto...

Ti ho lasciato un commento in qualcosa di viola mai distrarsi

ciao