domenica 18 gennaio 2009

L'ora del the




E' tutto pronto, manca meno di mezz'ora all'avento che da tre anni si svolge con rassicurante regolarità. Si saranno truccate e pettinate e porteranno un regalino per la padrona di casa. Ci saranno le bambine a giocare nell'altra stanza e parleremo di tutto. Abbiamo bisogno di questo momento di pace, dove raccontarci i fatti salienti, chiarirci le idee, chiedere consigli. Abbiamo vite complicate anche se le amiamo per quello che sono. Abbiamo ambizioni e problemi, abbiamo bisogno delle amiche. L'acqua è già sul fuoco, basso basso, che non deve bollire, mai sia. Ho sfoderato i cioccolatini più deliziosi per coccolarle e per far si che la serotonina scorra a fiumi. Tradizionalmente il the si svolge nel mio adorato studio, non in salotto, usato solo per eventi al di sopra delle 8 persone. Qualche ora di intimità. Io chiudo per un attimo il file 'trapianti'. Apro quello più dolce, fatto dello zucchero rosa comprato a Reggio Emilia. Frivolezze, forse, ma che ci fanno stare bene più di un massaggio in una Spa.


3 commenti:

diamanterosa ha detto...

Sigh. Anche io. Sigh.

lauraricama ha detto...

Quanto è vero, io nn rinuncerei mai a questi momenti di "aggregazione femminile"... e fanno veramente così bene!!!

Filly ha detto...

meravigliosa la tua casa ... mi sento già seduta comoda con una bella tazza di the .... per me alla vaniglia ..
grazie della tua visita, ritornerò con più calma a leggerti.
Filly

ps: ho visto il tuo collo di lana! pensa che ne ho appena terminati 2 , uno per me, uno per la mia amica del cuore ;O)